50 SFUMATURE DI… VERDURE, CHE FANNO BENE ALL’AMORE

I NUOVI AFRODISIACI. Ostriche e champagne? Fragole e cioccolato? Sì, ma non solo. Secondo esperti di food e chef stellati, per stimolare i sensi della coppia, a sorpresa, arrivano anche le verdure. Infatti, se la cucina si conferma un mezzo con cui accendere la passione grazie a piatti dai poteri ‘afrodisiaci’, pochi sanno che sono i vegetali a riuscire a creare l’atmosfera giusta tra lui e lei.

LA CLASSIFICA. Oltre al più scontato peperoncino (76%), per 6 esperti su 10 (65%) tra ortaggi afrodisiaci spiccano gli asparagi che, per via dell’alta quantità di vitamina E, stimolano gli ormoni maschili favorendo una maggiore virilità. Terzo posto per le melanzane (61%) considerate afrodisiache già nel 1700, seguite dal peperone (54%), la cipolla rossa (42%), la cicoria (39%), fonte dell’ormone maschile androstenedione, il sedano (35%), la cui parte afrodisiaca è la radice e la rucola (29%). Anche il cetriolo, fresco, ricco d’acqua e il finocchio, dotato di proprietà digestive e carminative che stimolano i sensi e purificano il corpo.

new Fotolia_199686366_Subscription_Monthly_M

L’ESPERTO. “Ci sono diversi tipi di verdure afrodisiache – sostiene Alex Revelli Sorini, direttore dell’Accademia Italiana di Gastronomia Storica e docente di Gastronomia presso l’Università San Raffaele di Roma, autore del libro ‘Tacuinum de’ afrodisiaci. Le ricette della seduzione’ scritto insieme a Susanna Cutini per esempio le zucchine e la rucola, ma anche l’insalata e alimenti vasodilatatori come il peperoncino. L’elemento dell’afrodisiaco è prima di tutto psicologico. Mangiare le verdure, soprattutto quelle di stagione, mette di buon umore perché sono funzionali e perché il colore stesso ci aiuta e ci arricchisce. Dobbiamo mangiarle perché sono importanti, specialmente per i bambini piccoli ma anche perché sono funzionali al nostro piacere della vita”.

I PIATTI A BASE DI VERUDRE. Un esperto su 2 suggerisce l’insalata di riso (72%), rivisitata con ingredienti speziati, che può essere la soluzione più semplice da preparare per una cena sotto le stelle: con verdure, come peperoni, cetrioli, carciofi e sedano, condita con delle spezie aromatiche, come lo zenzero. A seguire è una quiche agli asparagi (49%); 1 esperto su 3 (38%), invece, indica un’insalata con verdura e frutta, come quella con fragole e rucola. Infine, tra i grandi protagonisti della tavola estiva spicca anche il pesce da gustare alla griglia o crudo: come il pesce spada con cipolle di Tropea e basilico fresco (32%).

LO CHEF. Lo chef stellato Riccardo Di Giacinto del ristorante “All’Oro” di Roma, ha ideato una ricetta dal nome “Ostrica, granita di cetriolo, n’duja e feta”. “E’ un piatto fresco, divertente e dalle diverse consistenze. La vera protagonista è l’ostrica, alla quale abbiamo accostato una granita di cetriolo che ne accentua la freschezza. La feta crea invece un contrasto al sapore dolce dell’ostrica e del cetriolo, donando al piatto una nota acida. A finire ritroviamo il piccante, dato dalla terra e dall’olio di ‘nduja.”

 

* studio condotto su un panel di 50 esperti fra chef e nutrizionisti