PER UN PICNIC ALL’INSEGNA DEL GUSTO E DEL GLAMOUR ARRIVA IL “PIC – CHIC”

Vegetable salad with cheeseLe belle giornate fanno tornare, in noi italiani, l’irrefrenabile voglia di organizzare picnic e scampagnate all’aria aperta. Per l’occasione, chef stellati, nutrizionisti e foodblogger presentano il “Pic-chic”, un pasto sano e genuino realizzato all’insegna del gusto e custodito in appositi cestini glamour e alla moda
Tornano finalmente le belle giornate e con loro l’irrinunciabile voglia degli italiani di organizzare picnic e scampagnate all’aria aperta. Ma il tradizionale “pasto all’aperto” al mare o in montagna, nelle ville, giardini e parchi di città, sembra andato ormai in pensione: ora è il turno del “Pic-chic”, l’evoluzione moderna, raffinata e glamour del picnic, con un occhio di riguardo alla genuinità dei cibi. Nelle belle giornate di sole spopola il pic-nic ed ora gli italiani scelgono il “pasto fai da te”, leggero grazie a prodotti gustosi e di qualità, e alla moda attraverso contenitori multifunzioni dall’anima tecnologica. Oggi dunque vincono cibi facili da preparare e da mangiare e cestini fashion da trasportare, così il classico cesto da pic-nic diventa chic e si trasforma in una vera e propria moda che contagia tutti. In occasione del tanto atteso “super ponte”, chef stellati, foodblogger e nutrizionisti presentano una versione tanto sana quanto fashion della scampagnata dei primi ponti primaverili e indicano cosa andrà più di moda: piatti leggeri, freschi, semplici ma gustosi che richiamano i sapori della tradizione, facili da preparare e realizzati con prodotti di stagione. Piatti squisiti e di sicura provenienza, adatti a tutti, grandi e piccini, che danno vita a singolari prelibatezze capaci di soddisfare con la loro semplicità anche i palati più esigenti. Tutto il sapore della tradizione gastronomica italiana custodito in pratici e glamour “pic-chic” dall’anima tecnologica e il design curato, multifunzionali e corredati da eleganti accessori.
E’ quanto emerge da uno studio promosso da “Polli Cooking Lab”, l’Osservatorio sulle tendenze alimentari dell’omonima azienda toscana, condotto attraverso interviste a oltre 140 esperti tra illustri chef nazionali, nutrizionisti e food blogger, per raccogliere i giusti consigli su come organizzare un impeccabile “Pic- chic”: un picnic sano, gustoso, creativo e alla moda.
Quella che prima era una soluzione comoda e low cost per passare una giornata all’aria aperta diventa oggi un’occasione per fare nuove esperienze di gusto, alla riscoperta dei sapori della cucina tradizionale. Il tradizionale pasto all’aperto realizzato con cibi ipercalorici, impegnativi e indigesti lascia il posto alla “Pic- chic” che dà vita ad una scampagnata di successo grazie all’utilizzo di prodotti genuini ed esclusivamente Made in Italy, protetti in appositi cestini all’ultima moda. Gli esperti dicono basta ai contenitori d’alluminio o di plastica: dai parchi del nord a quelli del sud Italia, per poter mangiare all’aria aperta con gusto e raffinatezza, oggi trionfano piatti gustosi e di qualità, realizzati all’insegna del glamour grazie a contenitori eleganti e fashion, belli da vedere e comodi da trasportare. Ecco quindi il “Pic- Chic” sarà il protagonista indiscusso dell’estate: addio a panini ipocalorici, nella scelta degli ingredienti le parole d’ordine sono qualità e leggerezza. Gli chef stellati consigliano prodotti di stagione (77%), legati alla tradizione della cucina italiana (49%). Alcuni esempi? Insalata di riso (78%), pasta fredda (71%), verdure (66%), pizze rustiche (54%), carne (51%), pesce (46%), frutta (41%).
Per le uscite fuori porta oggi gli italiani scelgono pietanze semplici che richiamano i profumi della tradizione, creati con prodotti di stagione, facili da preparare e che richiedono poco tempo per la loro realizzazione. Tommaso Arrigoni, masterchef del Ristorante “Innocenti Evasioni” di Milano, dà i suoi personali consigli. “Naturalità e tradizione vanno sempre di pari passo in qualsiasi periodo dell’anno, in particolare con l’inizio delle belle giornate e l’abbassamento delle temperature. Per il pic nic fuori porta, consiglio sicuramente di utilizzare materie prime di stagione, quindi verdura, frutta, tutto ciò che la natura ci offre come fave, piselli, asparagi. Per quanto riguarda cosa preparare, starei sempre su pietanze e cibi piuttosto classici come pasta fredda, insalate di riso, stando attenti ad utilizzare esclusivamente materie prime di altissima qualità. Evitare di cuocere su barbecue verdure e altri prodotti che non siano carne o pesce, meglio utilizzare verdure di stagione già pronte nei loro vasetti o verdure crude o appena cotte già a casa, ed usarle come contorno”. Lo chef invita gli italiani a realizzare picnic nel segno della consapevolezza. “Per rispettare l’ambiente, oggi ci sono una serie di prodotti biodegradabili come posate e piatti di carta da utilizzare in queste occasioni”.
Molti italiani vivono l’angoscia di dover preparare la sera prima pietanze che soddisfino i gusti di tutti e che si conservino bene fino al giorno dopo. Direttamente dai masterchef arrivano i consigli per realizzare una “Pic-chic” all’altezza delle aspettative di tutti. Quali sono i vantaggi? Secondo gli esperti, occorrono prodotti naturali e leggeri che aiutano il metabolismo (46%), rinfrescano l’organismo (34%) sono facili da preparare (31%) e trasmettono un senso di naturalezza e leggerezza (28%).
È molto importante preparare cibi sani e conservarli bene in appositi contenitori. Ecco consigli di Costantino Motzo, nutrizionista sardo specializzato in Scienza dell’Alimentazione. “Fin quando è possibile, occorre sicuramente cercare di preparare dei cibi che garantiscano un’alimentazione equilibrata, puntando più su pasta fredda e insalata di riso a pranzo, e sulla carne e le sue fondamentali proteine la sera”. Il nutrizionista indica quali sono gli errori da evitare per una sana e corretta alimentazione durante un picnic fuori casa. “Un’abitudine da evitare è quella di accompagnare queste pietanze con elementi calorici come salse e condimenti pesanti, oppure con bevande gasate dolci, che peggiorano l’aspetto nutrizionale dell’interra giornata”.
Per arrivare nel parco con gustose pietanze, genuine e belle da vedere, gli chef dicono basta ai classici e grezzi contenitori d’alluminio e alle bianche ciotole di plastica. Ecco che irrompono cestini multifunzioni, colorati e dal design curato. Perché? Gli esperti consigliano questo tipo di contenitori perché maneggevoli da trasportare (22%) e, visto che anche l’occhio vuole la sua parte, perché sono belli da vedere (35%) e rendono il picnic glamour e alla moda. Ecco alcuni utili consigli da parte della foodblogger Valentina Cappiello (La ricetta che Vale). “Per il super ponte consiglierei di preparare torte salate, plumcake salati, tartine, sandwiches con conserve vegetali, light e genuini. Privilegiare le farine integrali, il farro, le verdure, per un pic nic leggero ma ricco di gusto. Eviterei pietanze troppo pesanti e perciò difficili da digerire, oltre ad un cestino da pic nic glamour e pratico che possa contenere tutto l’occorrente per il pranzo, consiglio di scegliere posate, bicchieri e piatti e tovaglie colorate che richiamano le luci della primavera e riempiono di allegria il pranzo con gli amici o i parenti”.
Non esiste scampagnata ideale senza la “Pic- chic”, all’insegna di semplicità, leggerezza e gusto, e per non commettere errori e passi falsi, i masterchef italiani e i nutrizionisti indicano le regole base per preparare un gustoso pic-nic, chic e alla moda.

DECALOGO DEI MASTERCHEF PER IL PIC- CHIC

1- SCAMPAGNATA CON SEMPLICITA’:
semplicità è la parola d’ordine anche fuori dalle mura domestiche: bastano prodotti naturali e leggeri che aiutano il metabolismo, facili sia da portare con sé attraverso “lunch box” di design, sia da preparare al momento e che rinfrescano il corpo provato dai primi caldi.
2- BASTA UN POCO DI CREATIVITA’ E LA FESTA COMINCIA:
per un picnic di successo non possono mancare fantasia e creatività nell’abbinare verdure e carne secondo il gusto personale.
3- POCA IMPROVVISAZIONE, MOLTA ESPERIENZA:
per fare un buon picnic ci vuole esperienza ed arte. Mai improvvisare, soprattutto in presenza di bambini ed anziani.
4- TEMPO DI PRIMAVERA: SI’ A PRODOTTI DI STAGIONE:
per la schichic vanno bene carni, verdure, erbe aromatiche e pesce. E’ possibile variare secondo le occorrenze, ma l’importante è utilizzare prodotti stagionali.
5- LA VERDURA SU TUTTO:
rigorosamente di stagione, che sia crudité, grigliata, o in versione mix, come le gustosa insalata catalana con pomodori e cipolla rossa, oppure già pronta, come sottoli, melanzane e sottaceti: l’importante è non dimenticarla. La verdura su tutto.
6- POCO SALE E TANTO GUSTO NATURALE:
attenzione a non esagerare però con il sale, che disidrata gli alimenti. La preparazione della “SchiChic da pic nic” permette di sperimentare nuovi gusti e sapori semplici e naturali, grazie ai diversi prodotti che è possibile utilizzare, dalla verdura di stagione alla frutta fresca e dissetante
7- UN OCCHIO ALLA LEGGEREZZA…:
Per una “SchiChic” da pic nic leggera e di qualità basta realizzare piatti semplici con ingredienti “poveri” ma che, combinati nel giusto, modo permettono di ottenere pietanze gustose e genuine.
8- …UN ALTRO ALLA MODA:
Anche l’occhio vuole la sua parte. Vietato presentarsi al parco o all’aria aperta con contenitori d’alluminio o con le classiche ciotole di plastica, per dare un tocco di classe alla propria immagine e fare un figurone in spiaggia bisogna utilizzare i “lunch box” d’avanguardia, portavivande multifunzioni dall’anima tecnologica, dal design innovativo e dal contenuto genuino e di qualità.