La foodblogger Mariacristina Coppeto spiega come realizzare un antipasto creativo

Pacchetti con robiola_Mariacristina Coppeto 2 Dall’atmosfera delle stanze alle pietanze da proporre, la responsabile del blog “newsandfoodies” concede alcuni semplici ed efficaci consigli per un antipasto ricco e sostanzioso capace di sostituire un pasto tradizionale

– Perché oggi sempre più gente sceglie di optare per un antipasto ricco e sostanzioso rispetto ad un pasto tradizionale?

Se facciamo riferimento alla quotidianità, sempre più persone preferiscono “star leggere” durante la pausa pranzo, optando per un piatto unico, magari preparato a casa con ingredienti salutari. Non è sempre facile mangiare sano  durante la pausa pranzo e la soluzione giusta può non essere a portata di mano. Di certo, restare chiusi in ufficio o saltare il pranzo non è un’alternativa valida, ma se si ha la fortuna di lavorare accanto a un parco o a un giardino, durante la bella stagione,  anche una panchina al sole è un ottimo sistema per sfoggiare la propria lunch box colorata e di tendenza, magari realizzata in materiale ecocompatibile.

– Cosa consiglieresti per realizzare un antipasto creativo e sfizioso?

Per un antipasto sfizioso, mi vengono in mente i “Pacchetti di robiola”, preparati farcendo delle fette di petto di tacchino arrosto con robiola fresca, lavorata con olio evo, erba cipollina e pomodorini.  Un piatto che a seconda di come lo si presenta può trasformarsi da antipasto “tradizionale” a piatto unico,  se accompagnato da un’insalata mista. Quindi, adatto anche a riempire una lunch box.

Link alla preparazione